Scintilla

Dal germoglio dei sociali contratti
Si innalza dinnanzi a voi il Leviatano
Gigante corpo espressione del mondo umano
Impalpabile unità che emana atti

I suoi piedi sono guanciali adatti
Ove si posa la moltitudine del subumano
Emendamenti e leggi sono briglie alle passioni del vulcano
E la collettività riunita è un’accozzaglia di vermi e ratti

È questa la logica dispotica della tirannia
Una fallace concordanza senza voce
Che non vede luce
La libertà comune è pura utopia

Ma se dall’allegoria scoppia la scintilla
Quando la rivoluzione non è più in nuce
Innaffia il fior fiore della democrazia
E lo slancio vitale di potenze zampilla

Perché società è affettiva relazione
Senza catene e senza brogli
Massa magmatica in ebollizione
Simbolo dell’etica e
dell’affermazione

CAROLINA D’ELIA

1 Commento

  • Laura Posted 20 Marzo 2020 14:31

    Bellissima

Inserisci un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.