L’importanza delle ristampe per lo studio della storia

di Cristian Leone

“Dalla storia si sa alla fine”.

Il 28 ottobre 2019 ho presentato insieme a Cristiano Ruzzi (proprietario della casa editrice Le Frecce) il suo ultimo libro edito: Diario 1922. Trattasi di una ristampa del diario di uno dei personaggi più rilevanti e influenti del fascismo: Italo Balbo. L’importanza di questa tipologia di fonti è fondamentale per qualsiasi persona che voglia iniziare una ricerca storica. L’analisi della bibliografia coeva al periodo di nostro interesse rappresenta, a mio avviso, uno dei metodi migliori per iniziare uno studio storico autonomo e libero dalla lettura ideologica di certi storici. Infatti, dalla numerosissima pubblicistica e bibliografia presente è possibile risalire, in modo oggettivo, all’autorappresentazione che questi movimenti fanno di sé stessi, scoprire le finalità e i metodi, facendo riferimento alle parole e agli scritti dei principali protagonisti. La storia, si sa, può essere e spesso viene manipolata a seconda di chi scrive, è possibile estrapolare frasi dal contesto e inserirle in un altro cambiandone totalmente il senso. Bisogna quindi partire dai testi scritti dai protagonisti, prima di leggerne l’interpretazione degli storici. Per questo motivo bisogna ringraziare tutte quelle case editrici che con le loro ristampe di opere “vecchie” e “dimenticate” contribuiscono al corretto sviluppo della ricerca storica.

 

Inserisci un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.